ANFTorinoPiemonte, L'Associazione degli Avvocati di Torino e del Piemonte

  • 13, 14 E 15 LUGLIO 2016 ELEZIONI DELEGATI - COA TORINO -

  • 1

XXXIII CONGRESSO NAZIONALE FORENSE - RIMINI 6-7-8 OTTOBRE 2016 - ELEZIONE DELEGATI 13-14-15 LUGLIO

XXXIII CONGRESSO NAZIONALE FORENSEXXXIII CONGRESSO NAZIONALE FORENSE - RIMINI 6-7-8 OTTOBRE 2016 - ELEZIONE DELEGATI 13 luglio dalle h. 12,00 alle 14,00, il 14-15 LUGLIO 2016 dalle ore 9,00 alle ore 14,00 - PRESSO COA TORINO aula 14 - Per informazioni e candidature nella lista ANFTorino:info@anftorino.it

 

IL NOSTRO IMPEGNO I NOSTRI OBIETTIVI

1) Assetto della professione:

-      Regolamento elettorale forense: ANF ha ottenuto una sentenza dal TAR Lazio, non impugnata dal Ministero della Giustizia, che ha confermato l’interpretazione dell’associazione dell’art. 28 della L. 247/12 secondo il quale, nelle competizioni elettorali, l’espressione di voto deve garantire la tutela delle minoranze con espressione di un numero di voti pari a 2/3 del numero degli eligendi.

Sempre ANF, ATA di Bari, ha ottenuto sentenza del TAR che ha riconosciuto la necessità di procedere con la tutela della parità di genere, a monte e non a valle, per cui la tutela è assicurata al momento della presentazione delle candidature.

ANF ha sempre partecipato a tutte le riunioni indette dal Ministro della Giustizia per individuare la soluzione normativa che consenta di sbloccare l’impasse elettorale forense.

Assetto democratico delle istituzioni forensi nazionali e locali è essenziale.

-       Sul fronte delle specializzazioni, ANF è a favore della specializzazione, purché sia seria ed effettiva. ANF ha ottenuto sentenza che, oltre ad annullare elenco delle materie, ha disegnato il ruolo del CNF, dei COA e delle associazione specialistiche nell’organizzazione dei corsi per il conseguimento e il mantenimento del titolo di avvocato specialista (vedi mail ai consiglieri nazionali del 18.4.2016).

Il TAR ha dato per scontata l’applicazione delle regole in materia di concorrenza in tema di formazione specialistica.

-          Sul fronte “cassazionisti” le sedi locali ANF, con la firma in proprio di molti colleghi che hanno sposato la linea delle ATA, hanno impugnato il regolamento sui corsi presso la SSA evidenziando, non solo, la differenza di trattamento tra abogados (che diventano cassazionisti tout court dopo i 12 di professione) e gli avvocati che hanno conseguito l’abilitazione in Italia (che soggiacciono alla disciplina dell’art. 22 della legge professionale).

Proposte numerose impugnazioni dinanzi al TAR e dinanzi al Presidente della Repubblica (la discussione è prevista – per tutte – dinanzi al TAR Lazio nel mese di ottobre)

-         Scuole forensi obbligatorie: ANF ha evidenziato le storture dello schema di regolamento attualmente in corso di emanazione ai sensi dell’art. 1 della legge L. 247/12 (VEDI

-          Formazione e aggiornamento professionale: ANF, con le sedi locali, ha evidenziato la necessità della libertà di formazione e aggiornamento professionale anche dal punto di vista delle regole della concorrenza e del superamento effettivo del sistema dei crediti.

-       Il Giornale dell’Avvocatura e il “gettone”: ANF ha da subito evidenziato perplessità circa l’opportunità di un giornale dell’Avvocatura e molte sedi ANF sul territorio si sono rivolte al COA di appartenenza per provocare la discussione in assemblee pubbliche. Lo stesso dicasi per “il gettone” rispetto al quale molte sedi, con la firma di molti colleghi in proprio, hanno impugnato il regolamento dinanzi al TAR Lazio (discussione prevista per gennaio 2017).

-          Organismo ex art. 39 L. 247/12: richiamare il contenuto dei deliberati del Consiglio Nazionale di ANF di marzo e giugno 2016 (che si allegano alla presente mail).

2) Organizzazione della professione:

-       DDL concorrenza: ANF è a favore della società tra avvocati, con le limitazioni legate alla presenza del socio di capitale, non come soluzione dei mali della professione ma come opportunità di aggregazione per gli avvocati. IL DDL concorrenza riprende il suo cammino in aula a metà luglio (vedi dossier inviato ai consiglieri nazionali con mail del 13.7.2015). La necessità di aggregazione, anche multidisciplinare, è avvertita soprattutto dai giovani, così come emerge dal rapporto Censis sull’Avvocatura presentato a marzo 2016 presso Cassa Forense.

-      Giovane Avvocatura e sans papier: tema da sempre caro ad ANF e per la prima volta il Ministro della Giustizia ha evidenziato la necessità di affrontare la questione utilizzando queste parole: “..credo infine che siano maturi i tempi per avviare una riflessione sul praticantato e sulle modalità di lavoro della giovane avvocatura, per valutare la possibilità di delineare forme di riconoscimento contrattuale perpraticanti e giovani avvocati che sia compatibile con l’autonomia del professionista.
Si tratta di un terreno spinoso, su cui però credo sia necessario impegnarsi, anche con un confronto con il Ministero del lavoro, non solo per venire incontro alle giuste aspettative di neo-laureati e neo-avvocati, ma anche per non svilire in una incerta condizione di sotto-occupazione il patrimonio culturale e di professionalità di molti studi...
" (inaugurazione anno giudiziario CNF, 3.3.2016).

-      PCT: ANF ha sempre sostenuto l’affermazione del processo civile telematico (vedi dossier inviato ai consiglieri nazionali con mail del 7.7.2015).

Preoccupazione ora per la riforma della magistratura onoraria che, per esempio, potrebbe minare i risultati sin  qui raggiunti sul fronte pct perché prevede che l’esecuzione mobiliare – in fase di completa informatizzazione presso i tribunali – sia di competenza dei GOP le cui cancellerie non sono attrezzate per il processo telematico

-    Organizzazione dei tribunali: ANF ha dedicato un intero suo congresso (Bergamo 2015) al tema dell’organizzazione. Per la prima volta, e finalmente, il Ministro della Giustizia, facendo tesoro dei rapporti ministeriali ha evidenziato che l’organizzazione del lavoro dei magistrati è un tema essenziale da affrontare per combattere l’inefficienza della giustizia.

Sfatati luoghi comuni: il numero dei procedimenti non dipende dal numero degli avvocati (tasso litigiosità italiano è pari a quello francese dove ci sono meno avvocati rispetto all’Italia), dalla collocazione geografica dell’ufficio, dalla dotazione di personale amministrativo e togato, dal carico di ruolo del singolo magistrato. Occorre capacità organizzativa del presidente del Tribunale  (vedi dossier inviato ai consiglieri nazionali con mail del 16.9.2015).

-       Processo e sistemi alternativi: proposte modifiche al DDL Berruti (deliberato consiglio nazionale ANF di Firenze di dicembre 2015)

Sistemi alternativi di risoluzione funzionano solo se il processo funziona.

-       Politica del reddito: ANF è sensibile al tema ed è al lavoro il gruppo di consiglieri nazionali che porterà idee al consiglio nazionale di settembre 2016 a Bologna.

ALCUNI DEI NOSTRI EVENTI FORMATIVI

Anf logoSCOPI  E ATTIVITA'  ANFTorinoPiemonte  - ESTRATTO STRATUTO -

Art. 2 Statuto – Scopi e attività dell’Associazione Nazionale Forense Torino Piemonte
L’ANF TORINO-PIEMONTE, indipendente e autonoma da movimenti e/o partiti politici si propone:
a)Tutelare gli interessi morali-etici ed economici dell’avvocatura e di migliorarne le condizioni di vita e di lavoro dei professionisti forensi e la loro sicurezza sociale;
b)Difendere l’indipendenza della categoria nell’esercizio della professione;
c)Partecipare l’avvocatura all’opera di rinnovamento di leggi e di istituti, in adesione e attuazione dei principi costituzionali e in armonia con l’evoluzione civile e sociale del Paese e dell’Unione Europea, in collaborazione e nell’ambito degli obiettivi generali dell’’ANF Nazionale;
d)Supportare i giovani che intendono avviarsi alla professione forense curandone anche la formazione professionale;
e)Favorire attività di assistenza professionale agli avvocati attraverso la creazione di apposite strutture anche convenzionate;
f)Favorire e promuovere tutte le attività e iniziative di studio e di ricerca ivi compresa l’attività di formazione a qualsiasi livello;
g)Curare e organizzare incontri, congressi, convegni, seminari didattici ed eventi scientifici e culturali;
h)Promuovere i rapporti con Università, associazioni ed altre istituzioni, pubbliche e private, impegnate nella analisi e risoluzione di problemi giuridici, economici e sociali sia nazionali che di altri Paesi;
i)Curare la redazione di pubblicazioni, anche periodiche, e distribuire un bollettino di informazione sull’attività svolta dalla stessa Associazione, realizzando siti internet.
j)Favorire una adeguata valorizzazione dell’attività associativa anche mediante la pubblicazione dei risultati delle attività realizzate;
k)Istituire ed assegnare premi e/o borse di studio conformemente agli scopi dell’associazione.
l)Promuovere la costituzione di Organismi di conciliazione e arbitrato ovvero partecipare alla loro costituzione

StampaEmail

Associarsi ad ANFTorinoPiemonte - 12 mesi effettivi dalla data di iscrizione

  • 1
  • Dove siamo